ACQUA MINERALE FONTE DI CALCIO

Il calcio è il minerale più abbondante presente nel nostro organismo, per la maggior parte è presente nell’osso dove, insieme al fosforo, svolge un ruolo fondamentale nel conferire resistenza meccanica allo scheletro e ai denti. Nella nostra società il suo apporto alimentare è deficitario in tutte le fasce di età. Negli adolescenti il consumo di latte (che sarebbe in grado di coprire il 50%-75% del fabbisogno giornaliero di calcio) è spesso sostituito dall’uso di altre bevande o da nuove abitudini alimentari. Basti pensare che negli ultimi 5 anni il consumo di latte alimentare in Italia si è ridotto di 220 milioni di litri, mentre il consumo di bibite sodate o succhi di frutta ad alto contenuto calorico è raddoppiato. La carenza di calcio predispone a diverse patologie quali: osteoporosi, calcoli renali, cancro, ipertensione, obesità e insulino-resistenza. Nel tentativo di ridurre questa tendenza, e considerando che l’assorbimento del calcio è più efficiente se consumato in più dosi durante la giornata, i medici propongono numerose terapie alternative, alle quali aggiungono la raccomandazione di bere acqua ricca di minerali di calcio. Le acque minerali ad elevato contenuto di calcio (oltre 150 mg/L) e povere di sodio (inferiore a 20 mg/L) costituiscono un’ottima fonte di calcio supplementare facilmente assimilabile. Bere 1.5-2 litri di acqua al giorno, preferibilmente fuori pasto, fornisce una quantità di calcio di almeno 450-600 mg.

 

Acqua Lete, è in grado di fornire  un adeguato apporto di calcio (325 mg/L) facilmente assorbibile per altre proprie caratteristiche, quali l’elevato contenuto di CO2, bicarbonati e la bassa concentrazione di sodio.

 

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment