Strategia anti-aging: più calcio , magnesio e meno sodio

Per anti-aging si intende ritardare, rallentare o arrestare il processo di invecchiamento. Il nostro corpo è costituito da cellule e l’invecchiamento avviene quando con il passare degli anni, la capacità del nostro corpo di generare nuove cellule diminuisce. L’invecchiamento della pelle, oltre che all’età, è correlato anche a fattori esterni ambientali, principalmente l’esposizione cronica al sole, il fumo, l’inquinamento, la privazione del sonno e lo stato nutrizionale. Recentemente diversi studi hanno riportato gli effetti della nutrizione sull’invecchiamento sottolineando come una dieta equilibrata, che comprenda alimenti ricchi di antiossidanti, di calcio e di magnesio possa essere un’ottima strategia di prevenzione dell’invecchiamento. Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista medica Plastic and Reconstructive Surgery, i segni dell’invecchiamento sul viso sono dovuti alla pelle ma anche alle ossa, le rughe e il rilassamento del viso aumentano quando le ossa del viso sono più deboli. Gli autori indicano che ingerire più calcio sia una strategia di prevenzione necessaria. Il calcio è infatti il minerale più abbondante del nostro corpo e si ritrova nelle ossa, ma anche nella pelle dove agisce come regolatore del turnover cellulare e della produzione di sebo. La pelle che non ha immagazzinato abbastanza calcio può apparire fragile e sottile per l’accumulo di cellule morte e per una cattiva regolazione della produzione cellulare e secca a causa della mancanza di sebo. Anche il magnesio aiuta a rallentare il processo di invecchiamento, potenziando il metabolismo cellulare e disintossicando l’epidermide. Il magnesio aumenta la capacità delle nostre cellule di combattere gli attacchi dei radicali liberi e di prevenire le rughe. Inoltre previene l’infiammazione, aumenta il livello di acidi grassi, responsabili di mantenere l’elasticità e trattenere l’umidità della pelle.
Un ruolo importante nella strategia anti- aging lo svolge anche il sodio, occorre ricordare che un ridotto apporto di sodio aumenta la quantità di calcio nelle ossa limitando la sua solubilizzazione. La sua ridotta assunzione ha quindi effetti benefici sulla salute delle ossa e potenzia l’azione ant-aging di calcio e magnesio.

 

Acqua Lete con il suo naturale equilibrio di calcio e sodio, ben 315 mg/l di calcio e solo 5,1 mg/l di sodio e con il suo contributo di magnesio, può rappresentare una risorsa per la prevenzione dell’invecchiamento essendo un’ottima fonte di calcio e magnesio supplementare e assicurando un’alta biodisponibilità di questi minerali .

Recent Posts

Leave a Comment