I protocolli di idratazione durante l’allenamento e le competizioni, rappresentano un aspetto fondamentale della preparazione atletica.

Il tipo e le proprietà dei liquidi somministrati, e il loro volume, vanno scelti in relazione al tipo di attività fisica, alla sua intensità e durata. Un buono stato di idratazione del corpo, inoltre, indipendentemente dalla disciplina sportiva e dall’intensità dell’allenamento, è necessario per raggiungere uno stato fisico e mentale ottimale. L’American College of Sports Medicine così come altre istituzioni della medicina dello sport presentano le loro raccomandazioni per ottimizzare le performance e ridurre la probabilità di infortuni, dovuti alla disidratazione. Lo stato di idratazione ottimale viene valutato solitamente monitorando il peso specifico delle urine.

Il fluido più utilizzato durante l’esercizio è l’acqua. Diverse proprietà e soprattutto il contenuto di minerali delle acque, così come il pH, determinano lo status ottimale di idratazione e altre proprietà terapeutiche. Inoltre, è importante, per una corretta idratazione dell’organismo, valutare la giusta quantità e anche i tempi e i volumi di assunzione prima, durante e dopo l’esercizio fisico. Di norma, occorre bere durante l’intero arco della giornata in modo costante ma in caso di sforzo fisico è consigliato iniziare a bere prima dell’esercizio, poi durante lo sforzo e infine dopo il termine dell’attività sportiva per ripristinare la corretta idratazione.

L’Acqua Lete rappresenta un tipo di acqua ideale per gli sportivi. Essa è caratterizzata da un alto contenuto di calcio prontamente biodisponibile ed essenziale per la formazione e la solidità dell’osso, la trasmissione degli impulsi nervosi e la contrazione muscolare; rappresenta una fonte preziosa per reintegrare i liquidi e i sali minerali persi durante la sudorazione; è in grado di influenzare l’equilibrio acido-base del nostro organismo con la sua azione tampone, in grado di ridurre l’acidosi metabolica post-esercizio per effetto della presenza di un elevato contenuto di bicarbonati.

Queste caratteristiche peculiari di Acqua Lete sono state studiate e presentate in alcuni lavori clinici.

Lo studio dal titolo “Influenza dell’acqua minerale naturale bicarbonato calcica Lete® sulla concentrazione di acido lattico ematico in atleti dopo esercizio” sulla rivista internazionale “The Open Sports Medicine Journal” è stato condotto su i 88 atleti maschi volontari e riporta risultati significativi. In particolare, sono stati valutati gli effetti dell’idratazione con acqua Lete sulla risposta metabolica all’esercizio lattacido. L’utilizzo di acqua Lete prima e dopo lo sforzo fisico, consente, se paragonato a quello di altre acque minerali, una significativa riduzione dei livelli di lattatemia misurati nei 30 minuti successivi all’esercizio. In questo modo, il recupero muscolare è più veloce, con una evidente migliore risposta nelle successive sedute di allenamento e una minore possibilità di traumi, causati dall’affaticamento muscolare.

Un secondo studio scientifico dal titolo“L’assunzione di acqua minerale bicarbonato calcica Lete® migliora lo stato di idratazione in atleti dopo l’esercizio anaerobico di breve termine” pubblicato su “Journal of the International Society of Sports Nutrition” riporta che il consumo abituale di Acqua Lete può migliorare lo stato di idratazione degli atleti favorendo il recupero dalla fatica a seguito dello sforzo. In questo lavoro scientifico sono stati valutati gli effetti di Acqua Lete sul bilancio acido-base corporeo e sulla densità urinaria in paragone a quelli esercitati da un’acqua classificata come minimamente mineralizzata. Tutti gli atleti idratati con acqua bicarbonato calcica Lete hanno mostrato un effetto positivo sul loro stato di idratazione dopo esercizio anaerobico di breve durata, associato ad una significativa diminuzione della densità urinaria ed un effetto positivo sul pH.

I risultati confermano che sia negli sport che richiedono sforzi intensi e di breve durata (body building, salto in lungo e in alto, corsa veloce), sia sport aerobici (nuoto, jogging), che misti (team sport) l’assunzione di acqua minerale Acqua Lete può rappresentare un valido strumento per influenzare lo stato di idratazione negli atleti e ridurre la concentrazione di acido lattico post-esercizio facilitando il recupero della muscolatura.

Per quanto riguarda le indicazioni di assunzione l’acqua Lete può essere bevuta prima, perché riduce la sensazione di sete durante l’allenamento, durante, per evitare la disidratazione e al termine di uno sforzo fisico, in quanto è in grado di ripristinare l’equilibrio elettrolitico dell’organismo, limitare gli effetti negativi della sudorazione e la formazione di lattato ematico, contrastando in questo modo l’acidosi.

Photo by Miguel A. Amutio on Unsplash